Loading...

Translate

martedì 7 gennaio 2014

The Voice 2, le novità del regolamento: steal e knockout round

In attesa di conoscere il nome del nuovo conduttore, in sostituzione di Fabio Troiano, e dopo l’annuncio - anticipato da TvBlog - di J-Ax come nuove giudice al posto di Riccardo Cocciante, scopriamo alcune novità della seconda edizione di The Voice of Italy, recuperate dallo show americano.

Secondo quanto indicato nel regolamento ufficiale, “fatte salve eventuali modifiche ed integrazioni che potranno essere liberamente e discrezionalmente assunte dalla produzione”, sono previste indicativamente 14 puntate, di cui 5 di Blind Audition (le registrazioni dovrebbero iniziare a metà mese), 2 di Battle, 2 di Knockout e 5 di Live Show.
Nel corso delle puntate di Blind Audition i 4 giudici selezioneranno 16 concorrenti a testa (come avveniva l’anno scorso) con il solito meccanismo del pulsante ‘I want you’. Nel caso in cui un concorrente venisse scelto da più giudici spetterà a lui la decisione. Resta invariato anche il meccanismo della Battle: 8 sfide per squadra, giudicate dal coach. La novità è però nella possibilità di ripescaggio. Infatti il concorrente eliminato potrà essere ripescato da uno degli altri tre giudici tramite l’opzione ’steal’, attivabile mediante un pulsantone. Insomma, ogni giudice potrà ‘rubare’ i due concorrenti eliminati, portando la propria squadra a un totale di 10 (gli 8 vincitori delle Battle e i 2 ‘rubati’ tra gli sconfitti delle altre squadre).
Nuova è anche la fase del Knockout: i 10 concorrenti vengono nuovamente abbinati; essi però non canteranno un pezzo a duetto, come avviene nella Battle, ma interpreteranno un brano a testa, scontrandosi sul ‘ring’. Il giudice della propria squadra decideranno quindi chi portare ai Live e chi eliminare definitivamente dalla gara.
Ai Live accedono 20 concorrenti (5 per squadra). Nel corso delle 5 puntate, le squadre saranno via via ridotte con un’eliminazione per team decisa dal voto del pubblico e dal rispettivo coach.
La semifinale manterrà il meccanismo dei punti, per cui ogni coach avrà a disposizione 100 punti di cui 60 da attribuire alla voce preferita e 40 all’altra voce. In più ci sarà la percentuale del voto del pubblico. Invariata anche la finale, con un finalista per squadra e la scelta del vincitore assoluto.
Tra i cambiamenti degni di nota, anche uno che riguarda la casa di produzione del talent show in onda su Rai2. Infatti la Toro Produzioni di Pasquale Romano e Marco Tombolini è diventataTalpa Italia. Non a caso la Talpa è la società internazionale fondata da John De Mol, detentrice del format The Voice e degli altri finora prodotti da Toro.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento