Loading...

Translate

domenica 5 gennaio 2014

Antonella Clerici: "Sanremo? Ora tocca a Carlo Conti. Io lo rifarei con Laura Pausini"

Antonella Clerici, da 28 anni in Rai, ha raccontato al quotidiano Il Messaggero che nei 6 mesi vissuti a Mediaset una parte del suo cuore era rimasta alla tv pubblica al punto che “allora, quando passavo sotto la sede Rai di Milano a Corso Sempione, mi veniva il magone”.
La conduttrice domani sera sarà al timone della puntata speciale de La Prova del Cuoco per l’estrazione finale della Lotteria Italia. Tra gli ospiti vip ci saranno Flavio Insinna, Rita Dalla Chiesa, Pupo, Paola Barale, Amadeus e Iva Zanicchi, i quali saranno abbinati agli chef del programma Cesare Marretti, Cristian Bertol, Mauro Improta, Renato Salvatori, Riccardo Facchini e Natale Giunta.
La conduttrice a proposito dello show culinario del daytime mattutino di Rai1 ha detto:
È un programma atipico, fatto in diretta. Non ha nulla del talent. Ogni giorno lasciamo al Tg1 tre milioni di spettatori e la nostra media di ascolto è di 2 milioni e mezzo.
Invece sull’esperimento in prime time per nulla esaltante de La terra dei cuochi:
Se avesse avuto uno spin off in daytime avrebbe avuto risultati diversi. Per uno show così bisogna creare affezione. Non ci sono paragoni da fare con Masterchef, che è registrato e montato.
A febbraio la Clerici tornerà in prima serata, sfidando C’è posta per te di Maria De Filippi. Per la nuova edizione di Ti lascio una canzone, la conduttrice pensa di “dare più peso alle esibizioni che alla gara” perché “ci vuole meno agonismo” (evidentemente l’immagine di apertura del post ha lasciato un segno). Per il futuro invece l’idea è di confezionare uno “show fatto per scaldare i cuori, tipo Il treno dei desideri che nella tv di oggi manca”.
Il contratto di Antonellina con la Rai scade a giugno, “ma sia io che Carlo Conti, anche lui in è in scadenza, ci sentiamo legati indissolubilmente alla Rai”. Quindi il capitolo Sanremo; Fazio non l’ha invitata per festeggiare i 60 anni della tv ma lei l’ha presa bene:
Fazio inviterà più la storia della Rai, che il presente. Giustamente, non mi ha chiamata.
Per il futuro invece è sempre più probabile un suo ritorno sul palco del teatro Ariston, anche se “secondo me ora tocca a Carlo Conti”:
Io potrei rifarlo un giorno in coppia con un’altra donna, una come Laura Pausini o un’attrice.
A Il Tempo, inoltre, la Clerici ha svelato che uno dei suoi miti televisivi è stata Raffaella Carrà, per il suo modo scanzonato di fare tv in un’epoca in cui essa “è stata sempre troppo recitativa”. Infine, l’ammissione di ostilità nei confronti dei talk show politici:
A me la tv piace. Ho un’antenna parabolica e guardo tutto il mondo. Non solo guardo i canali italiani ma anche quelli olandesi, belgi. Guardo i canali spagnoli, quella spagnola è molto più indietro ma, la nostra tv, è sempre qualitativamente buona. Guardo Sky, per un film. Mi piace come fanno lo sport. Guardo tutto. Non sono molto attratta dai dibattiti politici. Dopo un po’ mi annoiano quando litigano. E cambio canale. Non mi interessano le liti e quelle cose lì. Non mi piace il genere.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento