Loading...

Translate

sabato 1 febbraio 2014

Il peccato e la vergogna 2 sesta puntata del 31 gennaio 2014: riassunto e foto


Anche la sesta puntata de Il peccato e la vergogna 2 si è conclusa, tra omidici, passioni, tradimenti. A lasciarci la pelle questa volta è Piera, che però fa in tempo a spedire a Carmen, dentro una bambola, le prove che incastrano Malpietro come un traditore. Ma lei non capisce, e pensa solo a un regalo della donna. Intanto Carmen cede alla corte dell’ispettore, che si è nel frattempo buttato in politica, e Francesco le concede l’annullamento delle nozze, in modo che possa poi sposare Malpietro. Quello che nessuno sa è che Nito è ancora vivo e si prepara a tornare in Italia, per riprendersi ciò che è suo. Casualmente Malpietro lo vede, in aeroporto, e ne chiede conto a Truzzi, che lo rassicura: una volta che Valdi avrà compiuto il suo compito - uccidere un ministro - verrà fatto fuori. Il cavaliere Fontamara intanto è impegnato su due fronti: conquistare l’ex governante Ortensia - che aspira a diventare la padrona a villa Fontamara - e ritrovare sua nipote Lara, sempre in fuga con Liliana.

Il peccato e la vergogna 2 sesta puntata in diretta


Nito scopre che l’uomo che deve uccidere per Truzzi è un ministro.

Liliana non ha i soldi per pagare un conto al ristorante e non riesce a scappare con Lara. Potrebbero essere guai seri, se non fosse che la bambina si mette a cantare, incantando tutti. In particolare un maestro di musica che si offre di pagare il conto.

Francesco continua le ricerche di Lara, ma con un investigatore privato.

L’uomo ne resta scioccato. Ora sì che son guai per Malpietro.

Nito fa una telefonata muta a Carmen, durante la notte, e lei, sentendo silenzio, dice: “Luigi, amore mio, sei tu?”.

Malpietro affronta Truzzi e gli chiede conto del ritorno di Nito. Il capo dei Servizi Segreti gli assicura che una volta compiuta la sua missione, Valdi verrà ucciso.

Nito Valdi arriva a Roma, dove deve compiere l’omicidio per cui lo hanno fatto tornare in Italia. Il suo obiettivo però è riprendersi Carmen.

Malpietro e Carmen si preparano alle nozze, visto che lei ha avuto l’annullamento, ma Luigi all’aeroporto vede Nito, tornato in Italia per fare da killer per i Servizi. L’uomo è sconvolto: Valdi dovrebbe essere morto.

Francesco va da Ortensia, che ha già idea di tornare a palazzo Fontamara ma stavolta non da governante, bensì da padrona. E lei lo ‘incastra’ subito.

Nito si prepara a tornare in Italia e dice addio a un’addolorata Glaucia, che ormai lo ama. E la donna è pure incinta. Lui però vuole tornare da Carmen e Valerio.
Si arriva al 1948 e si vota: Malpietro è candidato, ma ha un problema: Fabrizietto lo ricatta e lui chiede a Truzzi di farlo fuori.
Mentre Carmen decide di sposare Malpietro, Francesco scrive a Ortensia, perché ritorni.

Lara, che ha una voce da usignolo, canta fuori da una chiesa per raccimolare qualche soldo ma il parroco la riconosce come la bambina cercata dalla polizia. La piccola e Liliana fuggono.

Francesco propone a Carmen l’annullamento del matrimonio alla Sacra Rota, consigliandole di sposare Malpietro, così potrà amarla liberamente e fare da padre ai suoi figli. Lei accetta.

Pina è preoccupata per il suo futuro e per quello del suo bambino.

La cameriera Pina partorisce e Francesco, capendo che Carmen è da Malpietro, la chiama lì.

Dopo aver fatto l’amore Malpietro chiede a Carmen di sposarlo. Ma ovviamente lei non può perché è già sposata con Francesco.

Liliana vorrebbe lasciare Lara a palazzo Fontamara, ma poi ci ripensa e la porta via. Francesco però vede la bambina dalla finestra, prima che se ne vada.

Carmen continua a pensare a Malpietro, nonostante lo abbia respinto, così lo chiama e va da lui. I due finiscono a letto insieme.

La bambina intanto è sempre in viaggio con Liliana, e le due soffrono la fame, perché la donna è senza lavoro e pensa di tornare alla sua vecchia occupazione, la prostituzione.

Francesco non si dà pace perché Lara non si trova.

A Carmen arriva la bambola spedita da Piera, ma la donna non capisce che dentro c’è qualcosa di importante.

Si tiene il funerale di Piera e Malpietro osserva da lontano, solo perché vuole verificare se c’è Fabrizietto, che non si trova.

La polizia avvisa la famiglia Fontamara che Piera è morta precipitando con l’auto da un ponte. Ovviamente è una messinscena di chi l’ha uccisa. Giulio la prende malissimo e dice alla madre che doveva essere lei a morire e non la zia.
Intanto Malpietro si trova a cena a casa Fontamara e ci prova spudoratamente con Carmen, che però rifuta le avances.
Piera viene uccisa da Truzzi, ma prima riesce a parlare per telefono con Carmen, dicendole di averle mandato in regalo una bambola.
Piera e Fabrizietto capiscono che Italo li ha traditi. Trovano però la bambola, che il Diavolo, ormai ucciso, ha lasciato a una bambina vicina di casa.
Il Diavolo, capendo di essere spacciato, avvisa Piera, dicendole che qualcuno li ha traditi e rivelandole che nasconderà quello che deve lasciarle dentro una bambola. In questo modo potrà smascherare i traditori.

Malpietro è preoccupato per le foto e il materiale che il ‘Diavolo’ ha e che potrebbero rovinarlo, per quando faceva parte delle brigate fasciste. Per questo lui e Truzzi ordinano l’uccisione dell’uomo.

Piera rivela a Italo e Fabrizietto di aver incontrato il Diavolo che, in cambio di una sostanziosa somma, fornirà le prove che incastrano Malpietro e gli altri traditori. Italo - che è uno dei traditori - dice che troverà lui i soldi, ma vuole sapere luogo e ora dell’incontro con l’uomo, che si terrà il giorno seguente. In questo modo i Servizi Segreti potranno fare fuori tutti, ma Piera questo non lo sa.

Carmen si presenta in banca e fa fare una figuraccia a Cencelli, smascherandolo e rivelando che è Michele l’autore di tutti i disegni. E ottiene il finanziamento dalla banca.

Piera incontra il ‘Diavolo’ e ha la conferma che cercava: Malpietro li ha traditi.

Grazie a Michele, Carmen scopre che Cencelli la vuole fregare, prendendo tutti i soldi in banca e aprendo una nuova società senza di lei.

La mattina dopo Piera va all’appuntamento con il ‘Diavolo’.

Francesco è preoccupato per Piera e addolorato per tutto ciò che è successo alla sua famiglia e trova conforto in Carmen, pentendosi di aver ripudiato Valerio.
Piera mette un messaggio su un giornale indirizzato al ‘Diavolo’, l’uomo che i Servizi cercano, poi lascia Giulio a villa Fontamara, ritenendo che là sarà più al sicuro.
Intanto Carmen scopre che è Michele a disegnare le collezione di Cencelli. Il ragazzo non vuole che il sarto venga a sapere che la donna lo ha scoperto, e Carmen promette di tacere, almeno fino al termine della prossima collezione.
Da due settimane però la polizia ha perso le tracce della bambina e di Liliana, la donna che l’ha presa con sè.
L’ispettore Malpiero fa visita a casa Fontamara per dare a Francesco gli aggiornamenti sulle ricerche della nipote Lara.


Fonte:Tvblog

Nessun commento:

Posta un commento